Home / Scegli il paese / Europa / Polonia / Devi sapere che...

Devi sapere che...

Un libro

Col ferro e col fuoco; H. Sienkiewicz; 1900; L. F. Cogliati
Uno spaccato storico della Polonia ambientato durante il XVII secolo. Racconta la lotta tra polacchi e tartari.

Una città

Cracovia, la vecchia capitale della Polonia prima che venisse passato lo “scettro” a Varsavia, mantiene un fascino particolare. A tutt’oggi resta il primo centro culturale, artistico e universitario del paese. Il suo centro storico, rimasto intatto nella seconda guerra mondiale, si snoda intorno alla piazza medievale più grande d’Europa. A Cracovia è conservato il famoso dipinto “La dama con l’ermellino” di Leonardo da Vinci. Cracovia è anche un’icona del cattolicesimo, la città dove fu vescovo Karol Wojtila, papa Giovanni Paolo II.

Un’azienda

PKN Orlen è un’azienda di idrocarburi tra le più grandi del centro Europa, ha più di 22 mila dipendenti e società controllate in Repubblica Ceca, Lituania e Germania. Possiede numerosi marchi tra cui Orlem, Bliska (Polonia), Star (Germania) e Benzina (Rep. Ceca).

Un personaggio

Karol Józef Wojtyła, Giovanni Paolo II, il 264° Papa della Chiesa cattolica. Giovanni Paolo II ha lasciato il segno in tutto il mondo sia per la sua caparbietà che per la risolutezza che ha dimostrato durante il suo pontificato. Durante la sua vita, sia prima che dopo essere stato eletto pontefice, ha lottato per il suo Paese, combattendo contro il regime comunista e sostenendo la lotta dei lavoratori polacchi.

Una tradizione, un cibo

Il cibo polacco varia a seconda delle regioni. Esiste inoltre una cucina semplice e contadina e una più sontuosa e nobile. Sono assolutamente da provare i salumi affumicati. I pasti prevedono quasi sempre una minestra, dal barszcz, zuppa di barbabietole, alla pomidorowa, zuppa di pomodoro.

Il piatto tipico del paese sono i pierogi, ravioli di forma quadrata, solitamente ripieni con formaggio, frutta, funghi o cavoli. La farcitura varia in base alla regione in cui ci si trova e alla stagione. Un altro piatto, forse il più famoso e antico, è il bigos, uno stufato di carne, cavoli e crauti, arricchito con prugne secche e spezie.

Un proverbio

Gdzie kucharek sześć, tam nie ma co jeść.
Dove ci sono sei cuoche, poi non c’è da mangiare.

Cosa fare di sera

La vita notturna delle grandi città come Cracovia è sorprendente. La città offre locali incredibilmente alla moda per essere in Polonia. Nel centro storico si trovano bar, pub, club e gastropub con winebar, jazz club o locali di musica da vivo; ma anche locali classici come le Knajpa, delle sorte di bistrot polacchi. I prezzi sono molto contenuti.

Cosa comprare

Una tappa d’obbligo visitando la Polonia è il mercato dei tessuti di Cracovia, che si trova nel cuore della città. Questa regione è famosa anche per l’ambra e l’argento, spesso lavorati da giovani artisti. Diffusi anche gli oggetti in ceramica con decori bianchi e blu o i gioielli con incastonata la selce, definita dai polacchi “la pietra dell’ottimismo”. Diffuse anche le icone religiose, soprattutto quelle della Madonna nera di Czestochowa. Se invece volete portare con voi qualche ricordo gastronomico, potete provare i vari tipi di salsiccia, il pecorino oscypki, il vino di miele o i liquori.