Home / Scegli il paese / Asia / Singapore / Devi sapere che...

Devi sapere che...

Un libro

Singapore. Sedici racconti dall’Asia estrema; a cura di M. Coppola; 2005; Isbn Edizioni

In questo libro quindici giovani scrittori raccontano cosa significa essere nel più eccitante e pericoloso laboratorio sociale del pianeta, e poter guardare all’Europa e agli Stati Uniti dal punto di vista privilegiato di chi corre in avanti. Donandoci, come dei flash, racconti per immagini ritmati dal tempo del montaggio cinematografico, descrivono la modernità e il progresso, concetto sfuggente, difficile da mettere a fuoco quando guardiamo troppo vicino a noi e danno un’anticipazione di come saranno le relazioni personali, i rapporti sentimentali e il mondo del lavoro tra quindici anni.

Una città

Singapore è una città-stato, un’unica città divisa in distretti (se uscite dal centro conviene sempre comunicare al tassista il codice del distretto). In ogni zona della città ci sono luoghi che meritano di essere visitati come per esempio Riverside, il nucleo coloniale di Singapore, con musei, monumenti, teatri e numerosi bar, ristoranti e club; Little India, un pezzo di India nel cuore della città o Chinatown, cuore della comunità cinese dell’isola.

Un’azienda

Singapore Airlines Limited, la compagnia aerea di bandiera. Viaggiare con Singapore Airlines significa volare a 5 stelle. Lusso è l’unica parola per definire la sua strategia di mercato, grazie alla quale la compagnia ha ottenuto i più prestigiosi riconoscimenti di Skytrax, la società di ricerca britannica che analizza il settore dell’aviazione civile, stilando speciali classifiche dedicate alle compagnie aeree e agli aeroporti. SIA ha sviluppato un inflight entertainement altamente tecnologico, noto come KrisWorld e un servizio food e beverage di altissimo livello.

Un personaggio

Lee Hsien Loong, dal 2004 primo ministro di Singapore. È fra i capi di stato e di governo quello che guadagna di più al mondo: il suo “stipendio” è l’equivalente di oltre 2 milioni di dollari.

Una tradizione, un cibo

A Singapore si può mangiare di tutto ad altissimo livello, come dimostra il Food Festival che si tiene a giugno. La cucina di Singapore è il risultato del mix dei sapori delle culture che la popolano, si passa dallo speziato di quella indiana al saporito e piccante di quella malese, senza dimenticare i sapori tipici della Cina. Oltre agli spiedini satay, il laksa è il piatto più famoso di Singapore. Si tratta di una zuppa di noodle (spaghetti orientali) che, evolutasi nel corso degli anni, esiste oggi in numerose versioni. Le due ricette più diffuse sono il laksa al curry e il laksa assam. Il primo consiste in una zuppa al curry e cocco, mentre il laksa assam è una zuppa di pesce. La caratteristica del laksa sono i noodle tagliati spessi che si possono mangiare facilmente anche con un cucchiaio.

Un proverbio singaporiano

La persona che può vedere una casa in Cina non è a conoscenza di un elefante sul suo naso.

Cosa fare di sera

Singapore è una delle principali e più grandi città cosmopolite del mondo, qui si mischiano tradizioni occidentali e orientali. La città offre divertimento assicurato con locali di ogni genere, dalla discoteca al ristorante raffinato, dalla enorme ruota panoramica al bar dove si può dipingere in compagnia (social painting). Sull’isola ci sono due casinò, il Marina Bay Sands (un complesso sormontato da un’avveniristica piattaforma sospesa a 340 metri di altezza nota come SkyPark) e il Resorts World Sentosa, dove poter sfidare la dea bendata, mentre per chi vuole provare un’esperienza particolare c’è il safari notturno.

Cosa comprare

Singapore si potrebbe definire l’isola dello shopping, con tutti i più grandi marchi internazionali, i suoi centri commerciali: Orchard Road è il regno di chi ama fare compere. I prezzi sono vantaggiosi e per gli stranieri vale il sistema tax-free con rimborso immediato alla partenza in aeroporto. La maggior parte dei negozi sono aperti 7 giorni su 7, solitamente dalle 10:00 alle 22:00, solo quelli di piccole dimensioni chiudono prima e Mustafa a Little India resta aperto 24 ore su 24 per tutto l’anno. Gli acquisti possono andare dall’abbigliamento agli ultimi ritrovati della tecnologia, risparmiando sempre rispetto ai prezzi europei, anche grazie al cambio favorevole. Se poi vi capita di visitare Singapore nel periodo tra giugno e luglio non perdetevi il Great Singapore Sale, la grande stagione dei saldi.