Home / Scegli il paese / Africa / Sud Africa / Devi sapere che...

Devi sapere che...

Un libro

Beethoven era per un sedicesimo nero; N. Gordimer; 2010; Feltrinelli.
È una raccolta di tredici racconti che descrivono la nuova realtà sudafricana.

Una città

Città del Capo offre tantissime attrattive tra cui la Cattedrale di San Giorgio e il Castello di Buona Speranza. Non dovete perdere la visita alla Mountain Table, raggiungibile attraverso una funivia e da cui si può godere un bellissimo panorama della città. Non deve mancare anche una visita a Robben Island, ex isola carcere dove è stato segregato Nelson Mandela e il quartiere di Soweto, simbolo della rivolta contro l’apartheid.

Un’azienda

SABMiller plc: multinazionale sudafricana diventata famosa in Italia per aver acquistato la società Birra Peroni.

Un personaggio

Nelson Mandela: è stato il primo presidente nero del Sud Africa, è stato eletto nel 1994. Ha lottato per tutta la sua vita contro l’apartheid e ha vinto il premio Nobel per la Pace. Ha dichiarato “I veri leader devono essere in grado di sacrificare tutto per il bene della loro gente”.

Una tradizione, un cibo

Il braai è tipico della cucina sudafricana: una grigliata o un barbecue sudafricano dove si grigliano le salsicce, le bistecche, il pollo o le costolette.

Se volete, però, orientarvi su un piatto di cucina da strada, non potete non assaporare il boerewors: salsiccia piccante grigliata e poi gustata in un panino accompagnato con della senape.

Un proverbio sudafricano

Non occorre proteggere il tallone prima che la formica ti abbia punto.

Cosa fare di sera

A Johannesburg la vita notturna è molto coinvolgente potrete trovare concerti, discoteche oppure anche molti ristoranti dove poter passare tranquillamente le vostre serate. Chi vi accompagna vi segnalerà le principali precauzioni di sicurezza e la mappa delle zone pericolose.

Cosa comprare

Con il cambio a noi favorevole, in Sud Africa si possono acquistare vestiti e accessori delle grandi firme, con un notevole risparmio. Se si vuole rimanere sulle produzioni tradizionali, nei mercatini delle città potrete trovare ad esempio giacche di lana degli agnelli del deserto, dai colori naturali e lavorate con tecniche locali.